Che differenza c’è tra a, cc e ccn nelle email?

Che differenza c'è tra a, cc e ccn nelle emailDevi inviare un’email ma non sai cosa scegliere tra i campi a, cc e ccn? Eccoti allora spiegato che differenza c’è tra a, cc e ccn nelle email.

Che differenza c’è tra a, cc e ccn nelle email?

A prescindere che si tratti di Gmail, di Yahoo, di Outlook, di Libero o di qualsiasi altro provider o client di posta elettronica, quando si vuole inviare un’email, oltre a dover scrivere le intestazioni essenziali come l’oggetto ed il messaggio vero e proprio, bisogna anche scrivere l’indirizzo del destinatario al quale inviare l’email in questione. Per fare questo esistono gli appositi campi di testo a, cc e ccn capaci, ognuno, di svolgere una funzione diversa che può rivelarsi utile o meno a seconda delle circostanze.

Che cos’è il campo a?

Il campo a, indicato anche come “A”, “A:” o “To”, è il campo di testo nel quale bisogna scrivere l’indirizzo email del destinatario del messaggio di posta elettronica che si sta inviando. In questo campo l’indirizzo email viene, in genere, direttamente scritto, incollato o, volendo, anche scelto dalla lista dei contatti già memorizzati nella rubrica dell’email. Il campo di testo a è quello normalmente più usato che viene visualizzato in maniera predefinita quando si vuole inviare un messaggio di posta elettronica.

Che cos’è il campo cc?

Il campo cc, indicato anche come “CC”, “CC:”, “Cc” o “C.c.”, è il campo di testo mediante il quale è possibile inviare un messaggio di posta elettronica anche ad altri destinatari, in aggiunta o meno a quelli già presenti nel campo a, pur non essendo loro i diretti interessati. In altre parole, in questo campo va scritto l’indirizzo email di un’altra persona che viene pubblicamente informata del messaggio che si sta inviando, pur non essendo questa il destinatario principale dello stesso. La sigla cc, infatti, è l’abbreviazione di copia conoscenza o di copia carbone (dall’inglese carbon copy) ed ha la stessa funzione del processo di copia dei documenti cartacei che una volta si faceva a mano mediante un foglio di carta carbone. Il campo di testo cc, solitamente presente ma non visualizzato in maniera predefinita, è quello normalmente più usato in ambito aziendale quando si vuole portare a conoscenza un destinatario secondario di un’email inviata ad un destinatario principale già presente nel campo a.

Che cos’è il campo ccn?

Il campo ccn, indicato anche come “BCC”, “CCN”, “CCN:”, “Ccn”, “Bcc” o “C.c.n.”, è il campo di testo mediante il quale è possibile inviare un messaggio di posta elettronica anche ad altri destinatari, in aggiunta o meno a quelli già presenti nel campo a, pur non essendo loro i diretti interessati. In altre parole, in questo campo va scritto l’indirizzo email di un’altra persona che viene privatamente informata del messaggio che si sta inviando, pur non essendo questa il destinatario principale dello stesso. La sigla ccn, infatti, è l’abbreviazione di copia conoscenza nascosta o di copia carbone nascosta (dall’inglese blind carbon copy, pronunciato blàind càrbon copi, da cui deriva la sigla bcc) ed ha la stessa funzione del campo cc solo che in questo caso gli indirizzi email inseriti vengono nascosti agli occhi di tutti i possibili destinatari. Il campo di testo ccn, solitamente presente ma non visualizzato in maniera predefinita, è quello normalmente più usato quando si vuole inviare un’email ad una lista molto lunga di destinatari che non dovrebbero necessariamente conoscersi l’un l’altro. Per maggiori informazioni sull’importanza del campo di testo ccn potresti guardare questo video su YouTube realizzato dall’Associazione Culturale Maggiolina.

Ovviamente in tutti e tre i campi di testo a, cc e ccn è possibile scrivere anche più destinatari separando ognuno degli indirizzi email inseriti con una virgola o con un punto e virgola a seconda dei casi. Inoltre è possibile utilizzare i campi a, cc e ccn indipendentemente l’uno dall’altro. Ad esempio, è possibile inviare un messaggio di posta elettronica solo al destinatario presente nel campo a, solo al destinatario presente nel campo cc, solo al destinatario presente nel campo ccn, o solo ai destinatari presenti contemporaneamente nel campo a, nel campo cc e/o nel campo ccn. Arrivati dunque a questo punto dovresti aver finalmente capito che differenza c’è tra a, cc e ccn nelle email.

P.S.: per maggiori informazioni sulla differenza esistente fra il campo cc e il campo ccn potresti guardare questo video su YouTube realizzato dall’Associazione Culturale Maggiolina.