Che differenza c’è tra ADSL e fibra ottica?

Da quando Internet ha debuttato nelle case degli italiani, si è assistito ad una rapida evoluzione delle tecnologie utilizzate per connettersi al Web. Per cercare di fare un po’ di chiarezza e per permetterti di scegliere la connessione Internet più adatta alle tue esigenze, ecco perciò un apposito articolo nel quale andrò a spiegarti che differenza c’è tra ADSL e fibra ottica.

Che cos’è l’ADSL?

L’ADSL, acronimo inglese di asymmetric digital subscriber line (in italiano, linea digitale asimmetrica per l’abbonato), è una tecnologia introdotta nel 2000 che consente di collegarsi ad Internet sfruttando il cosiddetto doppino telefonico. Il vantaggio principale di una connessione ADSL è che questa non richiede di installare alcun apparato aggiuntivo in quanto per usufruirne basta semplicemente utilizzare una tradizionale linea telefonica, già presente nella maggior parte delle case italiane.
Ma perché l’ADSL viene definita asimmetrica? Per il semplice fatto che la velocità in download non è uguale alla velocità in upload. Questo avviene poiché per le connessioni di tipo residenziale la maggior parte delle richieste di un utente avvengono quasi sempre in download durante la classica navigazione su Internet, guardando, ad esempio, qualche video o film, solitamente molto pesanti, piuttosto che facendo l’upload di immagini o documenti, generalmente più leggeri.
Per quanto riguarda la velocità vera e propria, sul mercato è normalmente possibile trovare offerte da 7 o 20 Mbit/s in download con 512 kbit/s o 1 Mbit/s in upload, a seconda che la tecnologia impiegata sia ADSL, ADSL2 o ADSL2+. Va precisato, comunque, che la velocità effettivamente raggiunta viene influenzata da una serie di fattori più o meno importanti come dalla tipologia di modem router impiegato, dalle prestazioni del dispositivo usato per navigare, dal browser utilizzato, dalla qualità del proprio doppino telefonico, dalla quantità del traffico già presente nella zona, dalla distanza della propria abitazione dalla centrale telefonica alla quale si è collegati, nonché dai valori del rapporto segnale/rumore, chiamato in gergo SNR, e dall’attenuazione di linea, ovvero dal grado di dispersione del segnale nel tragitto che la connessione compie dalla centrale alla propria abitazione.

Che cos’è la fibra ottica?

La fibra ottica, detta anche banda ultra larga, è una tecnologia meno recente dell’ADSL che, al posto del classico doppino telefonico, utilizza dei filamenti di materiali vetrosi o polimerici per condurre internamente della luce. Questo fa sì che ogni cavo in fibra ottica, rispetto al tradizionale doppino telefonico in rame, sia in grado di trasportare molti più dati nello stesso intervallo di tempo, garantendo anche una copertura ottimale di grandi distanze, offrendo una buona resistenza ai disturbi elettromagnetici, alle radiofrequenze o ai cambiamenti climatici, e permettendo, inoltre, una flessibilità, una leggerezza e una resistenza alquanto migliori.
Grazie a queste caratteristiche, una connessione ad Internet che utilizza la fibra ottica permette di raggiungere delle velocità reali decisamente maggiori rispetto ad una tradizionale linea ADSL. In questo caso, infatti, la velocità raggiunta da una connessione in fibra ottica può superare anche i 1.000 Mbit/s, ovvero 1 Gbit/s, sia in download che in upload. Bisogna tuttavia precisare che esistono diverse tecnologie in fibra ottica, dette FTTx, che possono essere utilizzate o meno a seconda dei casi. Fra le varie tipologie esistenti quelle più utilizzate sono comunque, di solito, soltanto due:

  • la fiber to the cabinet, detta FTTC, letteralmente fibra fino all’armadio, che impiega la fibra ottica sino all’armadio di strada per poi utilizzare la VDSL/VDSL2 sul doppino telefonico in rame per raggiungere la casa del cliente;
  • e la fiber to the home, detta FTTH, letteralmente fibra fino a casa, che impiega la fibra ottica sino all’interno della casa del cliente.

Che differenza c’è tra ADSL e fibra ottica?

Una volta chiarito che cos’è l’ADSL e che cos’è la fibra ottica è possibile subito capire che la differenza principale tra le due tecnologie viene rappresentata dalla velocità effettivamente raggiunta dalla connessione. La fibra ottica, infatti, offre senza alcun dubbio il modo migliore per navigare su Internet garantendo una velocità reale quasi uguale a quella pubblicizzata.

Che differenza c'è tra ADSL e fibra ottica?

Differenza di velocità tra ADSL, FTTC e FTTH. Clicca sull’immagine per ingrandirla.

Oltre alla velocità effettiva c’è da considerare però anche il prezzo delle due tecnologie, mediamente più alto per le connessioni basate sulla fibra ottica, e la copertura territoriale raggiunta finora, che al momento risulta migliore per le connessioni ADSL piuttosto che per quelle in fibra ottica. In ogni caso, arrivati a questo punto, dovresti aver finalmente capito che differenza c’è tra ADSL e fibra ottica.