Che differenza c’è tra backup e archiviazione?

Che differenza c'è tra backup e archiviazioneDevi scegliere tra un backup o un’archiviazione ma non sai cosa fare? Eccoti allora spiegato che differenza c’è tra backup e archiviazione.

Che differenza c’è tra backup e archiviazione?

Che cos’è un backup?

In informatica, un backup (si pronuncia becàp) non è altro che una copia di sicurezza di tutti o parte dei propri file digitali che viene fatta affinché questi dati possano essere poi recuperati in caso di improvvisi eventi malevoli, siano essi accidentali o intenzionali. Un backup viene in genere fatto su uno o più appropriati supporti di memorizzazione, tipo hard disk esterni – chiamati anche NAS –, supporti ottici come CD, DVD e/o Blu-Ray, pen drive USBmicroSD, ma anche direttamente sul cloud.
Un backup, di solito, viene eseguito a intervalli di breve o medio termine, quindi ore, giorni, settimane o mesi, consentendo così un veloce recupero dei dati originali, normalmente nella stessa posizione iniziale dalla quale sono stati prelevati. Affinché si possano recuperare i dati il più velocemente possibile, un backup viene fatto e ripristinato quasi sempre automaticamente ricorrendo a dei programmi ad hoc, sebbene esista anche la possibilità di fare un backup manuale solo dei dati ritenuti più importanti.

Che cos’è l’archiviazione?

In informatica, l’archiviazione consiste nello spostamento di tutti o parte dei propri file digitali in un’altra posizione ritenuta più sicura, eliminandoli perciò dalla fonte originale. A differenza del backup, l’archiviazione viene però fatta per conservare i dati per un lungo periodo di tempo, quindi per anni se non per decenni. Proprio come avviene per i backup, anche l’archiviazione può essere fatta su uno o più appropriati supporti di memorizzazione, archiviando e/o ripristinando i dati o in maniera automatica, attraverso dei programmi particolari, o in maniera manuale, copiando solo ciò che interessa.
L’archiviazione dei dati viene eseguita, per lo più, per questioni normative o per politiche aziendali, dando così la possibilità di cercare i dati archiviati in caso di necessità. Ad esempio, un messaggio di posta elettronica certificata, conosciuto più formalmente come PEC, per legge deve essere archiviato e conservato per almeno 10 anni.

Dunque, mentre un backup viene eseguito con l’intento di riavere indietro i propri dati il prima possibile, l’archiviazione viene invece eseguita con lo scopo di conservare i dati che non sono più necessari per un lungo periodo di tempo. Arrivati comunque a questo punto dovresti aver finalmente capito che differenza c’è tra backup e archiviazione.