Che differenza c’è tra input e output?

Che differenza c'è tra input e output? Navigando su Internet si sente spesso parlare di input e di output. Ma che differenza c’è tra input e output?

Che cos’è una periferica?

Prima di capire qual è la differenza tra input e output bisogna anzitutto chiarire che cosa si intende per periferica. In informatica, un’unità periferica, detta comunemente periferica, indica un qualsiasi dispositivo hardware facente parte di un sistema di elaborazione elettronico che funziona sotto il diretto controllo di un’unità centrale alla quale la periferica viene collegata. In altre parole, una periferica non è altro che un dispositivo accessorio utilizzato per mettere e/o per ottenere informazioni da un qualsiasi sistema di elaborazione elettronico, come ad esempio da un computer.
Una periferica viene collegata alle altre componenti hardware del computer o via cavo o via wireless (si pronuncia uairless, letteralmente senza filo) e viene controllata dal sistema operativo attraverso un driver (si pronuncia dràiver) ed un controller di periferica. Lo scopo di una qualunque periferica è quello di interfacciarsi con la CPU del computer, la quale ha il fondamentale compito di dirigere tutte le funzioni di quest’ultimo.

Che differenza c’è tra input e output?

Una volta chiarito che cos’è una periferica è possibile subito capire che ogni periferica esistente può essere o di ingresso, o di uscita, o ausiliaria al funzionamento interno del sistema di elaborazione elettronico. In genere, comunque, quando si parla di computer, è possibile distinguere fra tre principali tipologie di periferiche:

  • le periferiche di input, anche dette periferiche di ingresso, che sono tutte quelle periferiche che interagiscono o inviano dei dati dall’utente alla memoria centrale del computer. Tra le periferiche di input più diffuse è possibile trovare la tastiera, il mouse, il touchpad (si pronuncia tàchpad), lo scanner, il microfono e la webcam (si pronuncia uebcàm);
  • le periferiche di output (si pronuncia àutput), anche dette periferiche di uscita, che sono tutte quelle periferiche che forniscono all’utente dei dati in uscita dalla memoria centrale del computer. Le periferiche di output più conosciute sono il monitor, la stampante, i diffusori per l’audio, cioè gli altoparlanti, e le comuni cuffie;
  • le periferiche di input/output, anche dette periferiche di ingresso/uscita o semplicemente periferiche di I/O, che sono tutte quelle periferiche che immettono e ricevono dei dati nella memoria centrale del computer, assolvendo così sia alla funzione di input che alla funzione di output. Ad esempio, il modem, la scheda video, la chiavetta USB o lo schermo touchscreen (si pronuncia tàchscriin) di un tablet o di uno smartphone sono tutte periferiche di input/output.

Oltre che come input, output o input/output, le periferiche possono essere distinte anche come periferiche interne, periferiche esterne, periferiche locali e periferiche remote. In ogni caso, arrivati a questo punto, dovresti aver finalmente capito che differenza c’è tra input e output.