Che differenza c’è tra wireless e Bluetooth?

Non hai ben capito qual è la differenza tra wireless e Bluetooth? Eccoti allora spiegato che differenza c’è tra wireless e Bluetooth.

Indice

Cosa significa wireless?

Con il termine wireless (si pronuncia uàirless, letteralmente senza fili) si indica la possibilità di trasferire informazioni o energia elettrica tra due o più punti che non sono collegati fisicamente da alcun conduttore elettrico. Tutti i dispositivi o i sistemi che fanno uso di questa modalità di comunicazione vengono detti anch’essi wireless, mentre tutti i dispositivi o i sistemi basati su connessioni cablate sono invece detti wired (si pronuncia uàird, letteralmente cablata o cablato).
La tecnologia wireless più comune utilizza delle onde radio, nonostante esistano anche altre tecnologie elettromagnetiche meno diffuse come i campi luminosi, i campi magnetici o i campi elettrici, o a volte anche l’utilizzo del suono. Mediante le onde radio la distanza della comunicazione wireless può spaziare da molto corta, come alcuni centimetri nel caso dell’NFC o alcuni metri nel caso del Bluetooth, a molto lunga, come milioni di chilometri nel caso della rete dello spazio profondo della NASA.
La tecnologia wireless comprende vari tipi di applicazioni fisse, mobili e portatili, radio bidirezionali, telefoni cellulari, palmari, smartphone, e reti wireless in generale. Altri esempi di applicazioni della tecnologia radio wireless includono unità GPS, apriporta per garage o cancelli, mouse e tastiere wireless per computer, cuffie, ricevitori radio, televisione satellitare, televisione analogica o digitale, nonché i telefoni cordless. Storicamente parlando, il termine wireless si è diffuso negli anni 2000 a causa dell’avvento di tecnologie quali il 3G, il 4G, il Wi-Fi e il Bluetooth.

Cosa significa Bluetooth?

Il Bluetooth (pronunciato in italiano blutùt e in questo modo in inglese, letteralmente dente blu), spesso abbreviato con la sigla BT, è uno standard tecnologico molto diffuso che, ai dispositivi che lo supportano, consente la trasmissione di dati via wireless. In altre parole, il Bluetooth permette di scambiare dati senza utilizzare alcun filo tra i vari dispositivi elettronici fissi e/o mobili che supportano tale standard. Questo, in pratica, viene reso possibile usando delle onde radio UHF nella banda ISM (da 2,402 GHz a 2,48 GHz) creando una rete personale senza fili conosciuta come WPAN (acronimo di wireless personal area network, pronunciato uàirless pèrsonal èria nètuorc).
Il Bluetooth, inizialmente concepito come un’alternativa senza fili allo standard RS-232, viene quindi utilizzato al posto delle connessioni via cavo per consentire lo scambio di file o di dati tra dispositivi diversi che si trovano nelle immediate vicinanze. Ad esempio, il Bluetooth può essere utilizzato per consentire di trasferire una foto tra due telefoni cellulari ma anche per trasmettere della musica da uno smartphone ad un altoparlante stereo che supporta il Bluetooth o, analogamente, per trasmettere della musica da una smart TV a delle cuffie wireless – cioè a delle cuffie senza fili – che supportano il Bluetooth. In alcuni casi, qualora il dispositivo in questione non lo supporti, il Bluetooth può anche essere aggiunto mediante un adattatore esterno. Ad esempio, nel caso di un computer fisso sprovvisto del Bluetooth basta semplicemente collegargli un adattatore USB tipo questo per consentire a quel computer di sfruttare il Bluetooth.
Del Bluetooth esistono diverse versioni ma, nella modalità più utilizzata, la potenza di trasmissione è limitata a 2,5 milliwatt, offrendo così una sicurezza maggiore però, nel contempo, anche una portata del segnale molto ridotta (in genere fino a 10 metri sebbene, a seconda della versione utilizzata, si possano coprire delle distanze pure fino a 400 metri).

Che differenza c’è tra wireless e Bluetooth?

Dunque, il termine “wireless” viene usato per indicare tutti quei dispositivi, strumenti o servizi che per comunicare non fanno uso di alcun filo. Il Bluetooth, invece, è soltanto uno standard che, se supportato, permette di far collegare insieme due o più dispositivi elettronici fisicamente vicini al fine di facilitare il trasferimento di dati e/o informazioni senza utilizzare alcun cavo. Arrivati comunque a questo punto dovresti aver finalmente capito che differenza c’è tra wireless e Bluetooth.