Che differenza c’è tra wireless e Wi-Fi?

Che differenza c'è tra wireless e Wi-FiHai sentito parlare di wireless o di Wi-Fi ma non hai idea di cosa voglia dire? Eccoti allora spiegato che differenza c’è tra wireless e Wi-Fi.

Cosa significa wireless?

Con il termine wireless (si pronuncia uàirless, letteralmente senza fili) si indica la possibilità di trasferire informazioni o energia elettrica tra due o più punti che non sono collegati fisicamente da alcun conduttore elettrico. Tutti i dispositivi o i sistemi che fanno uso di questa modalità di comunicazione vengono detti anch’essi wireless, mentre tutti i dispositivi o i sistemi basati su connessioni cablate sono invece detti wired (si pronuncia uàird).
La tecnologia wireless più comune utilizza delle onde radio, nonostante esistano anche altre tecnologie elettromagnetiche meno diffuse come campi luminosi, magnetici o elettrici, oppure l’utilizzo del suono. Mediante le onde radio la distanza della comunicazione wireless può spaziare da molto corta, come alcuni metri nel caso del Bluetooth, a molto lunga, come milioni di chilometri nel caso della rete dello spazio profondo della NASA.
La tecnologia wireless comprende vari tipi di applicazioni fisse, mobili e portatili, radio bidirezionali, telefoni cellulari, palmari, smartphone, e reti wireless in generale. Altri esempi di applicazioni della tecnologia radio wireless includono unità GPS, apriporta per garage o cancelli, mouse e tastiere wireless per computer, cuffie, ricevitori radio, televisione satellitare, televisione analogica o digitale, nonché telefoni cordless. Storicamente parlando, il termine wireless si è diffuso negli anni 2000 a causa dell’avvento di tecnologie quali il 3G, il 4G, il Bluetooth e il Wi-Fi.

Cosa significa Wi-Fi?

Con il termine Wi-Fi (si pronuncia uaifai), talvolta erroneamente scritto WiFi, Wifi o wifi, si indica una tecnologia molto diffusa che, ai dispositivi che la supportano, consente di poter scambiarsi dati e/o informazioni senza adoperare alcun filo. In termini più pratici, tramite l’utilizzo del Wi-Fi viene creata una rete locale senza fili che poi, mediante lo standard IEEE 802.11, permette ai dispositivi che ne fanno uso di comunicare tra di loro utilizzando delle onde radio con una certa frequenza. In genere, comunque, la rete associata al Wi-Fi viene creata in automatico da un apposito dispositivo, detto modem router, il quale poi, a sua volta, permette di sfruttare la connessione ad Internet senza impiegare alcun cavo aggiuntivo, previo utilizzo o meno di una password di accesso.
I dispositivi che fanno uso del Wi-Fi sono, normalmente, computer fissi, notebook, console per i videogiochi, smartphone, tablet, smart TV, lettori audio digitali, fotocamere digitali, stampanti, automobili e droni. A seconda della frequenza utilizzata e di eventuali interferenze presenti nei dintorni, i dispositivi compatibili con la tecnologia Wi-Fi possono comunicare tra di loro in un raggio compreso tra qualche metro e una decina di metri se utilizzati all’interno degli edifici e tra qualche decina di metri ed un centinaio di metri se utilizzati invece all’esterno degli edifici.

Che differenza c’è tra wireless e Wi-Fi?

Il termine wireless viene quindi usato per indicare tutti quei dispositivi, strumenti o servizi che per comunicare non fanno uso di alcun filo e che altrimenti sarebbe impossibile o impraticabile realizzare utilizzando dei tradizionali fili. Il termine Wi-Fi viene invece usato per indicare una tecnologia per reti locali senza fili mediante la quale i dispositivi elettronici che ne fanno uso possono comunicare tra di loro senza impiegare alcun filo. Arrivati dunque a questo punto dovresti aver finalmente capito che differenza c’è tra wireless e Wi-Fi.