Come ritrovare uno smartphone Android

Come ritrovare uno smartphone AndroidSe non sai come ritrovare uno smartphone Android rubato o smarrito allora sappi che sei capitato nel posto giusto. In questo semplice articolo ti spiegherò infatti tutto quello che dovrai fare per riuscire a ritrovare il tuo smartphone Android che ti è stato rubato o che hai semplicemente perso. Prima però di iniziare a leggere questo articolo, tieni comunque presente che la seguente procedura non può essere fatta a posteriori. Di conseguenza, se hai già perso o ti è stato già rubato lo smartphone, mi dispiace ma non ti rimane altro che rivolgerti il prima possibile alle autorità competenti.

Indice

Attivazione del servizio Gestione dispositivi Android

Innanzitutto non devi fare altro che utilizzare un semplice servizio gratuito offerto da Google chiamato Gestione dispositivi Android (ovvero, Android device manager). Per fare questo devi attivare la localizzazione remota sul tuo smartphone. Vai dunque nel menu con l’elenco delle app installate sul tuo dispositivo e premi poi sull’icona chiamata Impostazioni.
Nella schermata che si apre, seleziona quindi la voce Sicurezza e posizione (se non trovi questa opzione, tocca Google e poi Sicurezza), tocca la voce Trova il mio dispositivo, dopodiché attiva le voci Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco e reset da remoto. In questo modo avrai dato sia la possibilità di visualizzare lo smartphone su una comoda mappa online, sia la possibilità di richiederne il blocco e/o la cancellazione dei dati da remoto.

Come ritrovare uno smartphone Android

A questo punto, per rintracciare lo smartphone Android rubato o smarrito, collegati presso questo indirizzo (o utilizza l’app Trova il mio dispositivo) e dopo esserti autenticato attendi qualche secondo affinché il dispositivo venga visualizzato correttamente sulla mappa. Ricorda comunque che per poter completare questa operazione occorre che lo smartphone sia collegato ad Internet e, allo stesso tempo, che abbia pure il GPS attivo.
Al termine del rilevamento, oltre a conoscere la posizione attuale dello smartphone, mediante l’utilizzo di tre apposite funzionalità potrai anche decidere di farlo squillare, di farlo bloccare, o addirittura di cancellarne quasi completamente l’intero contenuto:

Opzioni

Far squillare lo smartphone

Se a questo punto desideri lanciare un allarme, non devi fare altro, allora, che cliccare per due volte consecutive sul pulsante Riproduci audio. In questo modo lo smartphone inizierà a squillare al massimo del volume ininterrottamente per cinque minuti, o quanto meno fino a quando qualcuno non premerà il tasto di accensione.

Bloccare lo smartphone

La funzione Blocca il dispositivo, invece, sostituisce la schermata di blocco predefinita di Android con una schermata di sblocco protetta dalla tua password, dal tuo PIN o dalla tua sequenza col dito (se non utilizzi nessuna di queste modalità, potrai anche impostarne subito una). Per mettere in pratica questa funzione, clicca quindi sul pulsante Blocca il dispositivo e poi di nuovo su Blocca il dispositivo. Se lo desideri, puoi anche inserire un messaggio per il ripristino e/o un numero di telefono che saranno visualizzati sempre nella schermata di blocco dello smartphone.

Cancellare il contenuto dello smartphone

Per cancellare infine il contenuto dello smartphone, basta soltanto cliccare per due volte consecutive sul pulsante Resetta dispositivo. In questo modo il sistema operativo Android andrà ad eliminare automaticamente tutte le app, le foto, la musica e le impostazioni del tuo smartphone. Tieni comunque presente che mediante questa funzionalità i dati memorizzati su un’eventuale scheda microSD potrebbero non essere eliminati e che al termine di questa operazione la localizzazione remota del dispositivo non funzionerà più.

Arrivati dunque a questo punto dovresti aver finalmente capito come rintracciare uno smartphone Android.