Come scaricare gli aggiornamenti di Windows XP, Vista, 7, 8.1 e 10

Come scaricare gli aggiornamenti di Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10 Non importa se lo fai per te o per qualcun altro, non importa se lo fai a causa di problemi hardware, di virus o semplicemente per ridare sprint al tuo computer, ma ogni volta che per scelta o per necessità reinstalli Windows da zero, sei automaticamente costretto a scaricare gli aggiornamenti di Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1 o Windows 10, e questo, di volta in volta, oltre ad essere particolarmente fastidioso, può anche creare diversi problemi, soprattutto a chi non ha a disposizione una connessione ad Internet sufficientemente veloce o, più semplicemente, a chi non ha il tempo per scaricare tutti i dovuti aggiornamenti.

Come scaricare gli aggiornamenti di Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10?

Per questi ed altri motivi del genere, nasce quindi la necessità di scaricare gli aggiornamenti di Windows, per poi salvarli e installarli anche senza avere a portata di mano una connessione ad Internet, cioè anche quando ci si trova offline. Eccoti pertanto una lista dei migliori programmi gratuiti che permettono di scaricare gli aggiornamenti di Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1 o Windows 10:

AutoPatcher

AutoPatcher oltre ad essere in grado di scaricare ed installare gli aggiornamenti critici e consigliati dei sistemi operativi Windows, a partire da Windows 2000 in poi, è in grado anche di scaricare ed installare pure gli aggiornamenti e gli addon di Microsoft Office 2003 e 2007, di Adobe Air, di Adobe Reader, di Java JRE, delle DirectX 9.0c, del Microsoft .NET Framework, nonché pure quelli di qualche altro software.

AutoPatcher Updater

Una volta dunque scaricato ed estratto il contenuto dell’archivio di AutoPatcher in una qualsiasi cartella, troverai al suo interno un file di nome AutoPatcher: apri questo file con privilegi amministrativi e al primo avvio, dopo aver accettato i due contratti di licenza, clicca su Download Updates e poi seleziona il primo aggiornamento chiamato AutoPatcher Engine. Fai quindi clic su Next e, dopo aver scaricato questo aggiornamento, clicca nuovamente su Download Updates. Fatto ciò, potrai procedere a scaricare tutti gli aggiornamenti che ti interessano mettendo semplicemente prima una spunta accanto agli aggiornamenti desiderati e poi cliccando su Next.
Quando vorrai invece installare gli aggiornamenti scaricati, dovrai aprire il file AutoPatcher e, dopo aver accettato i due contratti di licenza, cliccando su Install Updates, potrai selezionare quali aggiornamenti installare mettendo prima una spunta accanto al nome dell’aggiornamento che ti interessa e poi cliccando su Avanti. Tieni comunque presente che se per caso dovessero esserci degli aggiornamenti evidenziati in blu, vorrà dire semplicemente che quei particolari aggiornamenti sono stati già installati:

AutoPatcher Installer

Ovviamente, per poter installare tutti gli aggiornamenti scaricati, dovrai mettere l’intera cartella contenente i vari aggiornamenti e gli altri file su una semplice pen drive USB o su un più capiente hard disk esterno. L’unica accortezza alla quale dovrai prestare maggiormente attenzione sarà però quella di verificare che sul computer dove andrai ad installare gli aggiornamenti scaricati, ci sia installata l’ultima service pack disponibile per quella determinata versione di Windows, ovvero, la service pack 4 per Windows 2000,  la service pack 3 per Windows XP, la service pack 2 per Windows Vista e la service pack 1 per Windows 7. Windows 8.1 e Windows 10 non prevedono alcuna service pack.

WSUS Offline Update

WSUS Offline Update funziona più o meno come il sopracitato AutoPatcher ma rispetto a quest’ultimo offre alcune sostanziali differenze:

  • permette di aggiornare Microsoft Office dalla versione del 2007 all’ultima del 2016;
  • permette di aggiornare i sistemi operativi Windows da Windows XP a Windows 10, incluse le edizioni Server;
  • permette di installare gli aggiornamenti scaricati senza la necessità di avere l’ultima service pack installata;
  • oltre all’inglese, permette di installare gli aggiornamenti anche in altre lingue.

Una volta quindi scaricata l’ultima versione disponibile di WSUS Offline Update dalla pagina di Download, cliccando sotto la voce Most recent version, estraine il contenuto in una cartella qualsiasi, dopodiché, fai doppio clic sul file chiamato UpdateGenerator (se l’edizione di Windows o di Office che ti interessa non è presente nell’ultima versione di WSUS Offline Update, prova a scaricare una versione più vecchia di quest’ultimo). Come puoi vedere tu stesso dalla seguente immagine, WSUS Offline Update Generator viene diviso in tre distinte schede chiamate, rispettivamente, Windows, Office e Legacy products:

WSUS Offline Update Generator

A questo punto potrai scegliere la versione e la lingua di Microsoft Office e/o del sistema operativo per il quale vorresti scaricare gli aggiornamenti (se casomai non sapessi quale versione del sistema operativo Windows tu stia eseguendo potresti dare un’occhiata a questa apposita pagina). Tra le varie opzioni offerte da WSUS Offline Update Generator, è possibile, e a mio parere consigliato, selezionare Include Service PacksInclude Microsoft Security EssentialsInclude C++ Runtime Libraries and .NET Frameworks, e volendo, anche Include Windows Defender definitions.
Selezionando le appropriate voci tra le varie opzioni disponibili, WSUS Offline Update Generator permette inoltre di scrivere una immagine ISO, pronta cioè per poter essere masterizzata su uno o più CD/DVD, nonché di copiare direttamente gli aggiornamenti scaricati su una semplice pen drive USB e/o su un più capiente hard disk esterno. Una volta quindi fatte le dovute scelte, dovrai soltanto cliccare su Start dopodiché comparirà una finestra del prompt dei comandi che provvederà a scaricare tutti gli aggiornamenti selezionati. Nel fare questa operazione, tieni comunque presente che a seconda della quantità di aggiornamenti selezionati, potranno volerci diversi minuti o persino anche qualche ora.
Dopo aver scaricato gli aggiornamenti desiderati, dovrai dunque recarti sul computer da aggiornare ed eseguire poi il file chiamato UpdateInstaller, contenuto solitamente nella cartella client. A questo punto comparirà la seguente finestra mediante la quale, tra i vari aggiornamenti precedentemente scaricati, potrai selezionare quali aggiornamenti installare:

WSUS Offline Update Installer

Ricorda comunque che alcune voci di questa finestra potrebbero anche non essere selezionabili in quanto o quegli aggiornamenti sono già stati precedentemente installati, o semplicemente perché il sistema operativo in esecuzione non supporta quei determinati aggiornamenti. In ogni caso, ti consiglio vivamente di mettere una spunta accanto alla voce Automatic reboot and recall per far sì che il computer si riavvii e riprenda ad installare i diversi aggiornamenti da solo. Nel fare questo sappi però che verrà momentaneamente disabilitato il controllo account utente e verrà pure creato un nuovo account utente sul computer di nome WSUSAdmin. Tuttavia, dopo aver installato i vari aggiornamenti scaricati, ritornerà tutto proprio come prima.

Portable Update

Grazie all’utilizzo delle API di Windows Update, Portable Update, rispetto ad AutoPatcher e a WSUS Offline Update, è in grado di offrire una maggior sicurezza nell’installare i diversi aggiornamenti selezionati. Inoltre, Portable Update è in grado di aggiornare praticamente tutte le edizioni di Windows, da Windows 2000 SP4 a Windows 10, incluse le edizioni Server, e per di più, gli aggiornamenti scaricati tramite Portable Update, verranno anche automaticamente installati nella cartella predefinita degli aggiornamenti di Windows, ovvero in C:\Windows\SoftwareDistribution. In questo modo gli aggiornamenti scaricati tramite Portable Update verranno mostrati nella cronologia di Windows Update proprio come se fossero stati scaricati direttamente da Windows Update.
Una volta quindi scaricato ed estratto il contenuto dell’archivio di Portable Update in una qualsiasi cartella, al primo avvio di Portable Update, dopo aver accettato il contratto di licenza, ti verrà subito proposto di scaricare una serie di aggiornamenti per un totale di circa 190 megabyte. Clicca perciò sul pulsante Start e attendi che vengano scaricati ed installati questi aggiornamenti. Se per caso durante lo scaricamento del file wsusscn2.cab il download dovesse bloccarsi all’improvviso, prova a disabilitare momentaneamente l’antivirus e a ripetere il download oppure prova a scaricare il suddetto file manualmente da qui e a metterlo successivamente nella cartella Toolbox del programma.
Come puoi vedere tu stesso dalla seguente immagine, Portable Update è diviso in sette distinte schede chiamate, rispettivamente, History, Search, Download, Install, Services, Settings e Log:

Portable Update

Recati dunque nella scheda chiamata Search e, dopo aver premuto sul pulsante Start, verranno automaticamente cercati tutti gli aggiornamenti disponibili per il computer che stai attualmente utilizzando. Allo stesso tempo, nella scheda Download, verranno anche selezionati tutti gli aggiornamenti pronti per poter essere scaricati e, inoltre, verranno visualizzati pure tutti quegli aggiornamenti che sono stati già installati sul computer in uso. Per scaricare quindi tutti gli aggiornamenti disponibili, non dovrai fare altro che selezionarli dalla scheda Download mettendo una spunta alla casella indicata nella seguente immagine:

Portable Update Download

A questo punto, cliccando su Start, gli aggiornamenti selezionati verranno automaticamente scaricati nella cartella Cache di Portable Update. Quando vorrai aggiornare un altro computer ti basterà semplicemente copiare l’intera cartella PortUp, aprire di nuovo Portable Update, andare nella scheda Search, per verificare quali aggiornamenti potranno essere installati, dopodiché dovrai recarti nella scheda Install, selezionare gli aggiornamenti che desideri installare, e infine cliccare su Start per incominciare il processo di aggiornamento.

Windows Updates Downloader

Windows Updates Downloader permette unicamente di scaricare i file delle service pack nonché i vari aggiornamenti disponibili per una specifica versione di Windows. In questo caso, infatti, non avrai la possibilità di installare automaticamente gli aggiornamenti ma soltanto di scegliere quali singole patch installare di volta in volta. Windows Updates Downloader funziona tramite una serie di liste chiamate Update Lists che, insieme ad Office 2003 e a qualche altro software, permettono di aggiornare solamente qualche edizione di Windows. Oltretutto Windows Updates Downloader va anche installato, al contrario dei sopracitati AutoPatcher, WSUS Offline Update e Portable Update che sono invece disponibili in un comodo archivio già pronto all’uso.

Windows Updates Downloader

Dopo aver quindi scaricato ed installato Windows Updates Downloader, avvialo e successivamente ti verrà chiesto di scaricare le Update Lists che desideri. In italiano, purtroppo, sono però disponibili solamente le Update Lists di Office 2003, di Windows 2000 Professional con SP4, di Windows Server 2003 con SP2, di Windows Vista con SP1 o SP2 (in versione a 32 e a 64 bit), e di Windows XP con SP2 o SP3. Recati dunque presso questa pagina e, dopo aver selezionato l’italiano e il software da aggiornare, per scaricare l’appropriata lista, dovrai semplicemente cliccare sul relativo collegamento di download. Una volta scaricata la lista desiderata, installala facendo doppio clic sul file appena scaricato. In questo modo compariranno una serie di ulteriori voci nel menu a tendina Update List di Windows Updates Downloader. A questo punto, selezionando dal menu a tendina la lista desiderata, verranno subito mostrati i vari aggiornamenti disponibili per il software scelto, dopodiché potrai o selezionarli uno ad uno, o premere direttamente su Check All per selezionarli tutti assieme. Infine, cliccando su Download, gli aggiornamenti verranno scaricati nella cartella indicata sotto Download Folder, che potrai trovare solitamente nella cartella Documenti, ma che volendo potrai anche cambiare con un’altra a tua scelta. Per evitare confusione, gli aggiornamenti già scaricati verranno comunque evidenziati con un colore verde. Adesso non ti resta altro che copiare l’intera cartella contenente i vari aggiornamenti appena scaricati ed andare ad installarli, uno ad uno, sul computer da aggiornare.

Arrivati dunque a questo punto dovresti aver finalmente capito come scaricare gli aggiornamenti di Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10.