Che differenza c’è tra hardware e software?

Che differenza c'è tra hardware e software? Hai sentito parlare di hardware e/o di software ma non hai idea di cosa vogliano dire questi termini? Eccoti allora un semplice articolo nel quale andrò a spiegarti che differenza c’è tra hardware e software.

Che differenza c’è tra hardware e software?

Con il termine hardware (si pronuncia arduèr), che deriva dall’unione dei due termini inglesi hard, cioè duro o pesante, e ware, cioè componente o oggetto, si intende la parte fisica del computer, ovvero tutte quelle componenti del PC che è letteralmente possibile toccare con le proprie mani. Queste componenti, tuttavia, possono trovarsi sia all’interno del computer, sotto forma di schede elettroniche, sia all’esterno del computer, sotto forma di particolari componenti, tipo monitor, tastiere e mouse.
Il termine software (si pronuncia softuèr) deriva invece dall’unione dei due termini inglesi soft, ovvero morbido, e ware, ovvero componente o oggetto. Ma che cos’è il software? Il software, in pratica, non indica altro che i vari programmi appartenenti ad una ben specifica piattaforma, che a loro volta non sono altro che una certa sequenza di istruzioni messe tutte insieme per svolgere un determinato compito. È proprio quindi grazie al software che l’hardware utilizzato “prende vita”, infatti senza software non sarebbe mai possibile utilizzare un computer, ma neanche uno smartphone (si pronuncia smàrt fòn), un tablet, una smart TV, e, in generale, un qualsiasi altro tipo di dispositivo tecnologico.


Riguardo le caratteristiche, in commercio è possibile trovare diverse tipologie di programmi. Tuttavia, quelli più comunemente usati per un computer, sono per lo più solo i seguenti:

  • gli elaboratori di testi, come ad esempio Word (si pronuncia uòrd), che consentono di “trasformare” il computer in una sorta di macchina da scrivere mediante la quale è possibile creare testi anche molto complessi;
  • gli elaboratori di fogli elettronici, come ad esempio Excel (si pronuncia ecsèl), che tramite il computer consentono di svolgere qualsiasi tipo di calcolo rappresentando i risultati anche mediante grafici o semplici diagrammi;
  • i programmi che permettono di creare delle più o meno complicate presentazioni, come ad esempio PowerPoint (si pronuncia pàuer pòint);
  • i programmi che consentono di creare e gestire grandi quantità di dati, come ad esempio Access (si pronuncia àcses);
  • i programmi che permettono di navigare su Internet, chiamati in gergo browser (si pronuncia bràuser), come ad esempio Microsoft Internet Explorer (si pronuncia màicrosoft internet ecsplorer), Google Chrome (si pronuncia gùgol cròm) o Mozilla Firefox (si pronuncia mozìlla fàir fòx);
  • i programmi che, tramite Internet, consentono di inviare e ricevere dei messaggi di posta elettronica, conosciuti solitamente con il nome di client email (si pronuncia clàient i mèil);
  • i programmi che consentono di guardare video o film, ascoltare la radio e/o la propria musica preferita, ma anche di creare, modificare o gestire immagini e fotografie, chiamati tutti solitamente programmi multimediali;
  • i programmi che permettono di divertirsi interagendo con il proprio computer, chiamati semplicemente videogiochi;
  • e, infine, i programmi che consentono di proteggere il proprio PC da pericolosi virus informatici, chiamati, per l’appunto, programmi antivirus.

Arrivati dunque a questo punto dovresti aver finalmente capito che differenza c’è tra hardware e software.