Le 10 migliori VPN

Le migliori VPN Sei alla ricerca di una connessione VPN ma non sei sicuro su quale sia la migliore VPN adatta alle tue esigenze? Eccoti allora spiegato quali sono le migliori VPN disponibili.

Le 10 migliori VPN

Come già accennato nel precedente articolo, la tecnologia VPN fa parte delle offerte di molti provider commerciali. Grazie a questi particolari abbonamenti, è possibile attivare delle reti virtuali verso dei server collegati in tutto il mondo, dando così la possibilità di proteggere la comunicazione, di nascondere la posizione geografica del client che ne fa uso, nonché di occultare la tipologia di traffico che viene generato.
Quasi tutti i provider disponibili offrono dei programmi personalizzati capaci di semplificare l’attivazione della protezione e la selezione del server geografico di uscita. Esistono tuttavia dei provider che permettono di attivare un accesso VPN di tipo standard, permettendo così di utilizzare dei dispositivi non supportati direttamente dal programma ufficiale, e rendendo inoltre possibile configurare la connessione VPN attraverso il modem router di casa. In alcuni casi, il provider offre inoltre delle funzionalità aggiuntive, tipo un server proxy per poter essere utilizzato con specifiche applicazioni, consentendo perciò di non mantenere sempre attiva la connessione VPN per tutti i programmi e/o i dispositivi utilizzati. Ecco dunque una lista delle migliori VPN disponibili.

AirVPN

AirVPN è un servizio pensato per gli utenti più avanzati. È ideato e gestito da una comunità di attivisti particolarmente attenti a temi come la privacy, la lotta contro la censura, oltre all’imparzialità della Rete. Il servizio è basato su OpenVPN, garantendo quindi un’ottima compatibilità con la più ampia varietà di dispositivi e sistemi operativi esistenti. In ogni caso viene offerto anche un programma ufficiale, chiamato Eddie, disponibile per tutti i sistemi operativi Windows, Linux e macOS. Per i dispositivi portatili ci si può invece appoggiare alle app ufficiali di OpenVPN, per le quali AirVPN mette a disposizione dei file di configurazione utilizzabili con pochi e semplici passaggi. Nella pagina di configurazione del servizio è possibile trovare informazioni anche riguardo l’installazione per il firmware di molti router, tipo DD-WRT o Tomato, assieme all’integrazione con altre tecnologie, come ad esempio Tor.
Per quanto riguarda il programma ufficiale di AirVPN, questo offre un sistema di sblocco dei contenuti geolocalizzati che consente di aggirare i blocchi legati alla posizione dell’indirizzo IP, nonostante l’assenza di un vero e proprio punto di uscita con un indirizzo italiano. Esistono comunque davvero molti server e il programma li elenca indicando tutte le informazioni più importanti, come il livello di carico e la latenza misurata. I prezzi partono da 1 euro per tre giorni fino ad arrivare a 54 euro all’anno, pari a 4,5 euro al mese, mentre come possibilità di pagamento c’è o PayPal o, per chi bada più alla privacy, viene offerto il supporto anche ai Bitcoin.

Avira Phantom VPN

Phantom VPN è un prodotto offerto dalla rinomata Avira, un’azienda molto attiva nel settore della sicurezza informatica. Grazie al programma ufficiale (disponibile per ambienti Windows, macOS, Android e iOS) capace di nascondere tutti i dettagli relativi alla configurazione e all’implementazione della rete virtuale, Phantom VPN si dimostra essere un servizio semplicissimo sia da attivare che da utilizzare. Chi lo usa, infatti, deve soltanto scegliere il server geografico di destinazione e attivare la rete virtuale. L’elenco dei server disponibili comprende una ventina di aree geografiche, tra le quali figura anche l’Italia. La velocità offerta dalla connessione è abbastanza buona, ma il programma ufficiale prima della connessione non mostra i dati prestazionali (tipo il carico e la latenza). Presenti inoltre alcune caratteristiche più avanzate, come il cosiddetto kill switch, in grado di interrompere il traffico dati qualora la connessione dovesse saltare per qualche motivo. Interessante anche la formula con cui viene commercializzato il servizio che, installando e utilizzando il programma ufficiale per scambiare fino a un massimo di 500 MB al mese, prevede anche un livello di accesso gratuito. Gli abbonamenti a pagamento costano 7,95 euro al mese, oppure 5 euro al mese nel caso si scegliesse l’abbonamento annuale. Presente anche un abbonamento dedicato esclusivamente ai dispositivi portatili con Android o iOS che costa 4,95 euro al mese, oltre ad eventuali acquisti in-app.

ExpressVPN

ExpressVPN è fra i provider più longevi in questo settore, continuando ad offrire un servizio tra i più ricchi e completi. Eccellente è la copertura geografica che comprende ben 94 Paesi, inclusa l’Italia, e notevole è anche la disponibilità di programmi dedicati alle piattaforme più diffuse, sia desktop (Windows, macOS e Linux) che portatili (Android e iOS). Molto interessante è anche il supporto offerto per l’accesso VPN via router. ExpressVPN propone persino in vendita alcuni router già configurati, mettendo inoltre a disposizione dei firmware appositi per un paio di modelli della Linksys. Seguendo le istruzioni riportate sul sito, viene comunque offerta anche la possibilità di configurare l’accesso in modo manuale. I programmi ufficiali per desktop e mobile offrono un’interfaccia gradevole e moderna, sono semplici da utilizzare, e integrano delle interessanti funzionalità avanzate come, ad esempio, uno strumento di analisi delle prestazioni che, in pochi secondi, permette di individuare il server più veloce e libero tra i numerosi disponibili. Proprio come la qualità, anche i prezzi sono abbastanza elevati: un singolo mese costa 12,95 dollari americani, che scendono a 9,99 dollari al mese per un abbonamento di sei mesi e a 8,32 dollari al mese per un abbonamento annuale. Notevoli le opzioni di pagamento che sono disponibili: comprendono tutte le principali carte di credito, il servizio di pagamento elettronico via PayPal, la criptovaluta Bitcoin, e diversi sistemi di pagamento digitali alternativi, tipo WebMoney o Giropay.

IPVanish

IPVanish è presente sul mercato da ormai molto tempo, ed è una delle poche VPN che è stata capace di mantenere la sua offerta al passo coi tempi e con lo sviluppo di nuove tecnologie. Anzi, col passare degli anni è stata in grado di sviluppare gli strumenti tecnici su cui si basa la sua VPN, introducendo novità che ancora oggi sono appannaggio assoluto o quasi di un numero ristretto di offerte. Interessante anche il supporto alle più svariate architetture hardware e software: oltre ai consueti sistemi operativi desktop (Windows, macOS e Linux) e mobile (Android e iOS), IPVanish propone una procedura di configurazione dettagliata anche per Windows Phone e per i notebook basati su Chrome OS. Nel caso dei sistemi operativi più diffusi, IPVanish offre un programma ufficiale che si colloca tra i più potenti e completi del settore. Dal punto di vista tecnico, IPVanish supporta i protocolli OpenVPN, PPTP ed L2TP, offre una rete di server che copre 60 Paesi (Italia compresa), e propone tante interessanti funzioni avanzate. Il programma ufficiale permette, ad esempio, di cambiare automaticamente l’indirizzo IP a intervalli regolari di tempo (partendo da un minimo di 45 minuti), offre un servizio DNS anonimo (per evitare leak dovuti alle richieste di risoluzione degli indirizzi alfanumerici), e integra persino un firewall NAT, in grado di proteggere il dispositivo o la rete casalinga contro eventuali attacchi provenienti dall’esterno. IPVanish supporta la configurazione della propria VPN anche a livello di router, offrendo pure guide dettagliate per i principali firmware di terze parti. Per quanto riguarda l’offerta commerciale, si parte da 10 dollari americani per un mese, scendendo a 6,49 dollari al mese per un abbonamento annuale, mentre come modalità di pagamento ci sono tutte le opzioni più diffuse, dalle carte di credito ai sistemi di pagamento digitali, dalle criptovalute a PayPal.

NordVPN

NordVPN è riuscita a conquistare rapidamente una posizione di rilievo nel settore dei servizi VPN a pagamento, grazie sia a una politica commerciale aggressiva, con prezzi bassi e ulteriori sconti offerti per periodi di tempo limitati, e sia alla presenza di alcune configurazioni di rete avanzate che possono essere di grande utilità per rispondere ad esigenze specifiche. NordVPN offre i programmi ufficiali solo per i sistemi operativi Windows, macOS, Android e iOS, ma supporta una moltitudine di standard e tecnologie, rendendone possibile l’utilizzo su qualsiasi altro dispositivo, come console, smart TV, router e via dicendo. Alcuni server offrono anche la funzionalità di proxy SOCKS, permettendo di essere configurati a livello di applicazione, a garanzia della massima granularità con cui è possibile impostare il livello di protezione. Il programma offerto è decisamente intuitivo e consente di scegliere tra centinaia di server distribuiti in una sessantina di Paesi, Italia compresa, permettendo inoltre delle configurazioni specifiche come le doppie VPN (capaci di far transitare i dati attraverso due differenti canali sicuri, instaurati tra Paesi diversi), Onion over VPN (che invia i pacchetti attraverso la rete Tor prima di raggiungere il gateway verso Internet), server anti DDoS, e consente persino di utilizzare degli indirizzi IP dedicati, pagando un sovrapprezzo rispetto all’abbonamento standard. L’offerta commerciale parte da 11,95 dollari americani per un mese, che diventano 5,75 dollari al mese per un abbonamento annuale, ma che scendono fino a 3,29 dollari al mese per un abbonamento di due anni. Tra i vari sistemi di pagamento offerti ci sono le carte di credito, PayPal e i Bitcoin.

Private Internet Access

Private Internet Access rappresenta uno dei servizi VPN commerciali più noti e affidabili, capace di gestire una rete di oltre 3.200 server in 25 Paesi, compresa anche l’Italia. L’abbonamento consente di utilizzare contemporaneamente al massimo cinque dispositivi, e supporta tutti i sistemi operativi più diffusi quali Windows, macOS, Linux, Android e iOS. Inoltre, è disponibile pure un’estensione per il browser Chrome che semplifica l’attivazione delle funzionalità dall’interfaccia del browser stesso, oltre a consentire di poter configurare l’accesso tramite proxy SOCKS, ad esempio nelle applicazioni P2P, e ad attivare una VPN utilizzando i protocolli PPTP ed L2TP. Non manca neanche il supporto per i router con firmware di terze parti, tipo DD-WRT o Tomato. Per avere un’idea della distribuzione geografica dei server e delle prestazioni del servizio, basta visitare questa pagina che, mediante il noto servizio di Speedtest, permetterà di valutare la velocità attivabile in tempo reale. Riguardo il costo del servizio, per un mese di accesso ci vogliono 6,95 dollari americani, per un abbonamento annuale ci vogliono 3,33 dollari al mese, mentre per un abbonamento di due anni ci vogliono soltanto 2,91 dollari al mese. Degno di nota anche la varietà dei sistemi di pagamento supportati: oltre alle carte di credito, a PayPal e alle criptovalute, è possibile utilizzare anche i buoni regalo di molte catene di negozi, tipo quelli di Starbucks, di Best Buy o di Amazon.com.

PureVPN

PureVPN propone un’offerta avanzata e ricca di funzionalità con un prezzo decisamente interessante, grazie anche alle promozioni che sono quasi sempre disponibili attraverso il loro sito. La semplicità d’uso del servizio è garantita per mezzo del programma ufficiale, disponibile per Windows, macOS, iOS e Android, dalle pagine di configurazione per i router predisposti, oltre che dall’apposita estensione per il browser Chrome. Ad ogni modo, il servizio supporta tutti i principali standard del settore, permettendone così l’attivazione anche su altri dispositivi come, ad esempio, console, smart TV e set-top box. Attraverso il programma ufficiale è possibile scegliere i server di destinazione sia su base geografica, sia in base all’attività da svolgere, offre un firewall NAT dedicato per proteggere la connessione, e supporta anche la configurazione di uno split tunnel, mediante il quale l’utente potrà cioè decidere quali applicazioni dovranno far passare il loro traffico attraverso la VPN e quali invece potranno continuare ad utilizzare la normale connessione ad Internet, non cifrata. Alcuni server sono stati inoltre ottimizzati per gestire al meglio il traffico dei programmi P2P, garantendo le massime prestazioni possibili e, al contempo, vanificando qualsiasi tentativo di intercettazione da parte del proprio ISP. Eccellente la copertura geografica con oltre 750 server collocati in 180 posizioni e distribuiti in ben 141 Paesi, Italia inclusa. Come già accennato, i prezzi sono molto convenienti: un mese di accesso costa 10,95 dollari americani, un abbonamento annuale scende a 4,91 dollari al mese, mentre con un abbonamento di due anni si scende a soli 2,87 dollari al mese. I metodi di pagamento supportati sono davvero molti, tra i quali figurano anche le carte di credito, le criptovalute e le carte regalo.

TorGuard

TorGuard ha acquistato una certa fama grazie al servizio proxy dedicato agli utenti che usufruiscono delle piattaforme P2P di file sharing, permettendo così di evitare molti dei problemi che hanno limitato la diffusione e l’uso di queste piattaforme negli ultimi tempi, come la diminuzione delle velocità di download a causa del traffic shaping imposto da alcuni ISP, o la denuncia sistematica da parte di aziende specializzate nel rintracciare gli utenti che ne fanno uso, pratica comunque non molto diffusa nel nostro Paese. TorGuard offre però anche un servizio VPN completo, proponendo una scelta di oltre 1.600 server in 50 Paesi e dando la possibilità di effettuare fino a cinque connessioni contemporanee. Il servizio supporta tutti i principali standard del settore e può essere configurato su qualsiasi dispositivo che lo consente, inclusi router, smart TV, console e set-top box. Grazie al programma ufficiale, disponibile per ambienti Windows, macOS, Linux, Android e iOS, è possibile semplificare al massimo la procedura di selezione del server oltre che la connessione stessa. In aggiunta ai server normali, sono disponibili anche alcuni server invisibili, capaci cioè di veicolare il traffico attraverso porte di uso comune aggirando così i controlli presenti in alcuni Paesi dove la libertà di accesso al Web non è totale, proprio come avviene, ad esempio, in Russia, in Turchia o in Cina. L’abbonamento a TorGuard parte da 9,99 dollari americani per un mese, ma scende fino a circa 5 dollari al mese per un abbonamento annuale di 59,99 dollari. Aggiungendo circa 6 dollari in più al mese, è possibile attivare anche il servizio Anonymous Proxy, pensato per chi fa uso delle applicazioni P2P. Presenti inoltre alcuni servizi opzionali, come indirizzi IP dedicati, una rete ad alta velocità, e la protezione contro gli attacchi DDoS.

VPNArea

VPNArea è un provider di origine bulgara nato da poco, ma si è ritagliato velocemente un posto di rilievo nel settore dei servizi VPN commerciali, grazie ad un’ottima infrastruttura della rete che comprende anche server italiani e un rapporto qualità-prezzo molto vantaggioso. L’abbonamento offerto permette di poter usufruire di ben sei accessi contemporanei, rendendolo perciò un servizio adatto anche ad un’intera famiglia. Il programma ufficiale è disponibile per ambienti Windows, macOS, Linux, Android e iOS. La versione per Windows ha comunque un’interfaccia grafica un po’ datata, sebbene offra una grande quantità di funzioni avanzate permettendo, ad esempio, di impostare il cambio automatico dell’indirizzo IP con una frequenza fino a soli 5 minuti e mostrando tutte le principali statistiche sulle prestazioni e sul livello di carico di ciascun server. Non mancano neanche gli strumenti per evitare i problemi più comuni connessi all’uso delle VPN, come il kill switch e la protezione contro i DNS leak. La rete di VPNArea raggiunge 68 Paesi diversi e consente di veicolare qualsiasi tipo di traffico, compreso quello generato dalle applicazioni di P2P. Gli abbonamenti partono da 9,90 dollari americani per un mese, ma possono scendere fino a 4,92 dollari al mese per un abbonamento annuale, dando anche la possibilità di acquistare un indirizzo IP dedicato a partire da 20 dollari all’anno. I sistemi di pagamento supportati non sono molti, tuttavia comprendono le opzioni di pagamento più diffuse come PayPal, i Bitcoin e le carte di credito.

VPN Unlimited

VPN Unlimited è un servizio che offre velocità, flessibilità, e un buon equilibrio tra ottime prestazioni e funzionalità avanzate. Grazie al programma ufficiale compatibile con tutte le piattaforme più comuni, ossia Windows, macOS, Linux, Android e iOS, è possibile utilizzare VPN Unlimited in maniera semplice ed efficace su praticamente qualsiasi ambiente, anche mediante le estensioni ufficiali per i browser Chrome e Firefox. Piena compatibilità anche per ciò che riguarda gli aspetti tecnici, supportando i protocolli OpenVPN, PPTP ed L2TP, oltre ai router con firmware di terze parti, tipo DD-WRT o Tomato. La possibilità di utilizzare fino a cinque dispositivi contemporaneamente (con la possibilità di aggiungerne a pagamento anche degli altri), la politica zero log, e il supporto ai server P2P, rappresentano altri elementi che giocano a favore di questo interessante servizio commerciale. VPN Unlimited presenta più di 400 server ad alta velocità sparsi in oltre 70 Paesi nel mondo, Italia compresa, tutti facilmente riconoscibili in base alle informazioni più importanti, come il grado di congestione del server, il supporto alle reti P2P e se il server scelto è ottimizzato o meno per lo streaming di file video. I prezzi offerti da VPN Unlimited sono molto ragionevoli e ci sono diversi piani tra i quali poter scegliere. Si parte da 4,99 dollari americani per un abbonamento mensile, e si arriva a 2,08 dollari al mese per un abbonamento annuale di 24,99 dollari. Per chi lo volesse, per 149,99 dollari è presente inoltre un abbonamento a vita. Tra i diversi metodi di pagamento utilizzati ci sono anche i Bitcoin, PayPal, le carte di credito e i buoni regalo.